Filosofia Ebraica

prof. Giulio Busi

(Università di Berlino)

PROGRAMMA DEL CORSO

Scopo del corso è offrire uno sguardo d’insieme sullo sviluppo della filosofia in ambito giudaico, dalle prime attestazioni in età alessandrina sino alla crisi della modernità nel Novecento.
Filone Alessandrino e Saadyah Gaon, Mosè Maimonide e Leone Ebreo, Spinoza e Moses Mendelssohn, Hermann Cohen e Martin Buber, Walter Benjamin e Jacob Taubes rappresentano le tappe più importanti di questo essenziale percorso critico, attraverso i vari modi di porsi, da filosofi, entro/ai margini/contro l’identità ebraica. Verrà indagato brevemente anche il tracciato della mistica, e in particolare della qabbalah, come alternativa sapienziale al logos filosofico di origine greca.

Testi consigliati:

* Filone di Alessandria, La creazione del mondo, in Tutti i trattati del Commentario allegorico alla Bibbia, a cura di R. Radice, con la collaborazione di G. Reale, C. Kraus Reggiani e C. Mazzarelli, Rusconi, Milano 1994, pp.1-55.
* C. Sirat, La filosofia ebraica medievale, Paideia, Brescia 1990.
* G. Busi, La Qabbalah, Laterza, Roma-Bari 1998.
* M. Giuliani, Il pensiero ebraico contemporaneo, Morcelliana, Brescia 2003.